Soluzione di triturazione personalizzata presso un termovalorizzatore nel voivodato della Pomerania Occidentale, in Polonia

Trituratore industriale di RSU ed ingombranti in linea con le recenti normative europee in materia di riciclo e valorizzazione

 

La gestione dei rifiuti è una delle principali problematiche della nostra società. La questione è, certamente, molto complessa: il modo in cui essi vengono trattati coinvolge tanto la nostra mentalità di comuni cittadini quanto la volontà politica, che non sempre si è dimostrata abbastanza forte da affrontare il cuore del problema. SatrindTech, tuttavia, non si occupa di grandi questioni filosofiche. Quello di cui siamo capaci è affrontare di petto i problemi con l’entusiasmo del nostro team e la potenza controllata delle nostre macchine. Oggi vi portiamo in Polonia, nel voivodato della Pomerania Occidentale, dove uno dei nostri trituratori a 2 alberi è stato installato in un impianto di termovalorizzazione nell’ambito di un progetto waste-to-energy.

In partnership con un importante gruppo italiano abbiamo fornito le nostre competenze per un impianto che include un trituratore industriale di RSU ed ingombranti (RSU – Rifiuti Solidi Urbani) in un centro di raccolta e valorizzazione in cui è presente un inceneritore.

 

Soluzione di triturazione personalizzata per il trattamento di RSU, in Polonia

 

La Polonia si è adeguata sul piano legislativo alle direttive europee sul trattamento dei rifiuti, attivando, a partire dal 2016, una legge che vieta lo smaltimento in discarica dei rifiuti solidi urbani con potere calorifico superiore a 6 MJ/kg. Questa innovazione normativa ha attivato misure di revisione delle vecchie discariche e centri di smaltimento in modo da renderli compatibili al nuovo quadro legislativo.

Il team di SatrindTech è stato coinvolto proprio per il know how in materia di smaltimento di rifiuti ingombranti e RSU. Si stima, infatti, che ogni cittadino europeo produca, ogni giorno, un kilogrammo di RSU a testa. Oltre al riciclo, che non è possibile per tutti i materiali, diventa fondamentale introdurre dei metodi efficaci di lavorazione, in modo da ridurre il volume e rendere questi materiali di scarto idonei a ulteriori trattamenti.

L’impianto di smaltimento introdotto nei pressi dell’inceneritore è stato installato dal cliente coadiuvato e assitito dal main contractor direttamente sul proprio sito. Il servizio di assistenza tecnica SatrindTech è stato coinvolto nelle fasi di avviamento e collaudo dell’impianto, nonché nella formazione del personale locale.

Il cuore dell’installazione è un trituratore a 2 alberi modello 2R 15/150 con una potenza di 110 kW espressa in 150 CV. Il trituratore monta lame da 5-1 becchi con spessore di 75 mm. Il trituratore è sormontato di una tramoggia di grosse dimensione per il caricamento con un polipo meccanico. A completare la fornitura, abbiamo installato un telaio con scala di accesso e camminamento. La parte elettronica e di controllo è gestita da un quadro con PLC Siemens.

Trituratore industriale di RSU ed ingombranti 2R 15/150 | SatrindTech Srl

Il materiale in uscita viene indirizzato verso un primo nastro di scarico da 12 mt e a un successivo nastro bidirezionale. Tutta la documentazione propedeutica a vendita e installazione, nonché la manualistica con le specifiche di funzionamento e revisione è stata redatta in doppia lingua, ovvero sia inglese che in polacco.

 

SatrindTech: soluzioni di triturazione in linea con la direttiva europea sui rifiuti

 

I servizi di SatrindTech sono ormai richiesti in ogni angolo del globo. Ma, in particolare in Europa, sempre più paesi si stanno adeguando alle direttive comunitarie sul trattamento dei rifiuti. Gli impianti pensati per questa finalità si fanno sempre più sofisticati e i nostri trituratori rappresentano lo stato dell’arte per quanto riguarda alcune delle fasi di lavorazione più impegnative, ma fondamentali per adempiere ai nuovi modelli di gestione.

Le direttive europee si basano su tre obiettivi diversi, ma tra loro complementari:

  • prevenzione dei rifiuti
  • riciclo e riutilizzo
  • smaltimento finale ottimale e migliore monitoraggio

 

Uno degli obiettivi di SatrindTech è quello di fornire dispositivi pensati per facilitare il raggiungimento del secondo e del terzo obiettivo. Nelle nostre avanzate società occidentali sta sempre più prendendo piede un concetto fondamentale per il rispetto dell’ambiente: quello di economia circolare. Gli artefatti umani dovrebbero essere pensati a imitazione di come opera la natura. Quest’ultima, infatti, non conosce il concetto di “buttare via”: tutto viene ricompreso e riutilizzato. L’ideale sarebbe, dunque, rivedere a monte tutti i nostri processi produttivi in modo che, a valle, non ci si ritrovi con del materiale inutilizzabile e, soprattutto, impossibile da smaltire e da riciclare.

Messa in questi termini può sembrare una questione astratta, eppure chi vuole rispettare e salvaguardare l’ambiente non solo con le parole, deve pensare a soluzioni pratiche: quello che per alcuni è una sfida impossibile, per altri è una grande opportunità. Invece che concentrarsi su ciò che si dovrebbe fare, a volte l’ideale è capire quello che si può fare. La potenza controllata della nostra tecnologia è pensata specificamente per venire in aiuto di coloro che si impegnano ad agire, passo dopo passo, per darci soluzioni pronte da subito a limitare i danni che rechiamo ai fragili ecosistemi naturali. Ecco perché sempre più aziende si rivolgono a SatrindTech: la forza bruta dei nostri trituratori fa bene al pianeta.

Per scaricare e stampare questo articolo clicca qui.

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.