Trituratore SatrindTech installato in una linea di recupero cartoni da imballaggio in Belgio

Statistiche del 2014 elaborate del CEPI (l’associazione europea dei produttori di cartone), indicano che in Europa si sono consumati quasi 7mln di tonnellate di cartone (www.cepicartonboard.com/?section=some_market_statistics). Questo materiale, utilizzato prevalentemente nel settore imballaggi, può essere riutilizzato più volte (generalmente fino a 6) e che per il 54% della produzione viene utilizzato materiale riciclato (www.cepicartonboard.com/?section=cartonboard_production).

Durante lo scorso mese di agosto è stato consegnato in Belgio un trituratore bialbero idraulico modello K 13/50, equipaggiato con tramoggia speciale e pressore idraulico, che verrà utilizzato come elemento primario di una linea di triturazione e compattazione di imballaggi di cartone, progettata per lavorare 1,5 t/h.

I trituratori idraulici della serie K 50 HP, impiegati per la riduzione volumetrica dei materiali, permettono di processare fino a 3 t/h di scarti e prodotti industriali, quali cartoni da imballaggio, fusti di plastica e di metallo, cubitainers, plastica, rifiuti elettronici, pallet e scarti alimentari, nonché RSU, PFU e RDF.

Dotato di una camera di triturazione della lunghezza di 1.250 mm e di un set di lame da 50 mm con 1 becco, il trituratore K 13/50 è stato poi completato con elementi aggiuntivi speciali, disegnati da parte dell’Ufficio Tecnico di SatrindTech su specifica richiesta del cliente: una tramoggia in grado per accogliere fino a 5 m3 di materiale e un pressore idraulico ad arco, la cui funzione è quella di facilitare l’azione di presa delle lame sul materiale durante la lavorazione.
La tramoggia èdotata di un’apertura posta sul lato posteriore e provvista di una portella basculante per permettere l’entrata del pressore in tramoggia quando richiesta dall’operatore.

Il progetto, all’interno del quale il trituratore SatrindTech è il primo elemento della linea, prevede che il materiale venga caricato in tramoggia attraverso l’utilizzo di un muletto.
Una volta processato, il materiale triturato cade su un nastro di scarico che lo distribuisce alle due linee di compattazione posizionate in modo parallelo lungo la linea di lavorazione.
Il trituratore, il pressore, i nastri di scarico e trasporto, vengono gestiti da un unico quadro elettrico, sul quale è previsto anche un pannello digitale di controllo del powerbank idraulico.

Dovendo trattare materiale potenzialmente infiammabile, in aggiunta ai requisiti richiesti dalle norme CE, il trituratore è stato fornito con un sistema di cablaggio in conformità a quanto viene richiesto in materia dalla legislazione belga, ovvero in accordo alla norma NBN C30-004 F2.

Il nostro servizio commerciale di SatrindTech è a vostra disponibile per fornire qualsiasi tipo di informazione tecniche e per proporvi le nostre soluzioni di triturazione materiali.
Per ogni vostra richiesta, contattateci al +39 02 9037 6683 oppure scriveteci inviando una email a sales@satrindtech.com.

Per scaricare questo articolo, prego clicca qui.

No Comments

Post A Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Chiudi